Gli italiani cosa mangiano a Capodanno ?

Gli italiani cosa mangiano a Capodanno?

cenone capodanno
Il Cenone di Capodanno degli Italiani

Cosa mangiano per il cenone di Capodanno gli Italiani? Beh, Bella domanda, data la vastità delle opzioni, sembrerebbe impossibile rispondere. Invece la tradizione rimane una luce guida da seguire.

E’ risaputo che mangiare le lenticchie durante il cenone di capodanno “porta soldi”; ma da cosa deriva tutto ciò ? Poiché in epoca romana la lenticchia simboleggiava l’opulenza e l’abbondanza, si dice che mangiandone molte si possa attirare il guadagno. Una grande accoppiata culinaria è quella con lo zampone o cotechino. La carne suina , infatti, è simbolo di benessere perché molto nutriente e mangiarla durante la festa di capodanno significa avere un futuro ricco e fortunato.

Esistono, inoltre, una serie di “attitudini” da fare a Capodanno dettate da diverse tradizioni dei nostri luoghi d’origine che se compiute secondo le regole solleticano fortuna e ricchezza. Una di queste è quella di non negare mai un prestito “ d’argent “ per Capodanno poiché la cifra prestata raddoppierebbe una volta restituita. Per quanto riguarda la protezione della propria abitazione si usa appendere il vischio fuori dalla porta la notte del 31 per allontanare gli spiriti maligni. Oppure sempre con questo scopo si può aprire la finestra in una stanza buia pochi minuti prima della mezzanotte, e un’altra in una stanza illuminata; questa usanza dovrebbe accogliere gli spiriti benigni.

Tra le tradizioni più diffuse in tutta Italia vi è quella di rompere bicchieri o piatti il giorno di Capodanno per allontanare il male o la sfortuna che si sono accumulati durante l’anno. Le usanze che riguardano i soldi sono molteplici. Oltre alle suddette , c’è n’è una inerente ad uva e frutta secca che dice “Chi mangia l’uva per Capodanno conta i quattrini tutto l’anno”. Questo proverbio ci vuole spiegare che la possibilità di assaggiare uva nel periodo festivo è rara quindi chi può gustarla anche nei mesi freddi deve aver avuto un raccolto molto ricco durante la stagione precedente. Un’altra ci invita di non uscire di casa il primo gennaio senza qualche soldo in tasca in modo che l’anno nuovo sarà foriero di guadagni. Il vischio fuori dalla porta la notte del 31 per allontanare gli spiriti maligni. Oppure sempre con questo scopo si può aprire la finestra in una stanza buia pochi minuti prima della mezzanotte, e un’altra in una stanza illuminata;

Questa usanza di Capodanno dovrebbe accogliere gli spiriti benigni.

Speriamo…

Autore: admin

La guida per il Capodanno 2015 a Roma